Premier League: Arsenal ancora fuori dalla Champions

24 maggio 2022 11:39:58 CET
Mikel Arteta, tecnico dell'Arsenal.

La squadra di Mikel Arteta non è riuscita a centrare la qualificazione alla prossima edizione della Champions League.

I Gunners anche nella prossima stagione si dovranno accontentare dell'Europa League. Le due sconfitte di fila subite alla terzultima e alla penultima giornata contro Tottenham e Newcastle sono costate caro all'Arsenal, che ha concluso il campionato al quinto posto con 69 punti a meno due dalla squadra di Antonio Conte. A nulla è servita all'Arsenal la netta vittoria casalinga conquistata domenica contro l'Everton, battuto per 5-1 grazie ai gol di Martinelli, Nketiah, Cedric, Gabriel e Odegaard.

Contro l'Everton la squadra di Arteta ha conquistato la ventiduesima vittoria in 38 gare di campionato, nelle altre sedici occasioni i Gunners hanno ottenuto tre pareggi e subìto 13 sconfitte. Dopo un inizio di campionato estremamente complicato, grazie anche alla fiducia ribaditagli dalla dirigenza del club, Arteta è riuscito a trovare il modo per far rendere al meglio la sua squadra, che grazie a una splendida rimonta si è inserita prepotentemente nella lotta per un piazzamento in zona Champions League. Nonostante gli sforzi i Gunners non sono riusciti a centrare il proprio obiettivo. Contro il Newcastle la squadra di Arteta ha subìto una sconfitta sicuramente evitabile contro una squadra che non aveva ormai più obiettivi, la sensazione è che i Gunners non siano riusciti a metabolizzare il pesante k.o. rimediato sul campo del Tottenham.

Nella prossima stagione l'Arsenal proverà a ritagliarsi un ruolo da protagonista in Europa League e ad arrivare tra i primi quattro posti in campionato. Il piazzamento tra i primi quattro posti dell'Arsenal nella prossima edizione della Premier è in lavagna a 3.00. Un piazzamento del Tottenham nella Top 4 del prossimo campionato è in lavagna a 2.10, a 2.00 è bancato il Manchester United per questa opzione di scommessa.

Articoli Correlati Premier League

Premier League: Attesi 90 minuti di passione per l’assegnazione del titolo

Premier League: Champions a rischio per l'Arsenal

Premier League: Burnley, sfida con l'Aston Villa da non sbagliare

Premier League: Siamo ormai allo sprint finale
 
Arsenal, da dove ripartire

È nelle ultime tre giornate che l'Arsenal ha visto svanire il proprio obiettivo. Sono appena tre i punti conquistati dai Gunners nelle ultime tre gare del campionato da poco concluso contro i nove totalizzati dal Tottenham. La sconfitta contro gli Spurs è stato il momento chiave, non solo perché quel k.o. è arrivato contro la diretta concorrente all'ultimo posto utile per centrare la qualificazione in Champions League, ma per come è arrivata. La squadra di Conte ha nettamente battuto quella di Arteta e il gruppo, dopo quella batosta, non è stato in grado di ricompattarsi. A quel punto della stagione, quando mancavano solo 180 minuti al termine del campionato, il margine di errore era minimo e bisognava non sbagliare la sfida contro il Newcastle.
Al St James' Park è arrivata invece un'altra sconfitta che ha di fatto messo fine ai sogni dei Gunners.
Arteta ha comunque svolto un buon lavoro, nonostante le difficoltà di inizio stagione il tecnico spagnolo è riuscito a trovare le soluzioni giuste per rendere competitiva la sua squadra. L'Arsenal dovrà ripartire da quelle certezze create attraverso gioco e idee. I Gunners proveranno ad iniziare il prossimo campionato nel migliore dei modi per evitare gli errori commessi nella fase iniziale della Premier 2021/22.

Impresa straordinaria per il Tottenham

Antonio Conte è riuscito in un autentico capolavoro, il tecnico leccese, nonostante i tanti problemi che ha dovuto affrontare fin dal primo giorno alla guida della squadra londinese, è riuscito a raddrizzare la stagione del Tottenham e a conquistare la qualificazione alla prossima edizione della Champions League, un traguardo che a un certo punto della stagione sembrava ben fuori dalla portata di Kane e compagni. Quando è arrivato sulla panchina della squadra londinese gli Spurs erano ottavi, potenzialmente decimi in quanto Everton e Wolverhampton avevano una partita da recuperare.

Dopo essere diventato il primo allenatore del Tottenham imbattuto in campionato nelle prime sette gare disputate, quattro vittorie e tre pareggi, Conte è riuscito in poco tempo a trasmettere le sue idee di gioco a un gruppo che nonostante i tanti giocatori di talento, in quel momento era in enorme difficoltà. Gli innesti di gennaio, voluti da Conte e arrivati entrambi dalla Juventus tra le critiche dei tifosi, Bentancur e Kulusevski, si sono rivelati due elementi fondamentali per il Tottenham. Conte ha concluso la sua prima stagione alla guida del Tottenham con il 60% di vittorie, 17 incontri vinti su 28 disputati, ha ricompattato un gruppo che aveva ormai perso la fiducia nei propri mezzi ed è riuscito a centrare un traguardo che al momento del suo arrivo era più un sogno che un obiettivo.

Il Tottenham nella prossima stagione proverà ad arrivare il più in alto possibile in campionato e a disputare una Champions League da protagonista. La squadra di Conte viene quotata vincitrice della prossima edizione della Premier League a 26.00. La vittoria del titolo da parte del Manchester City di Guardiola è in lavagna a 1.57, a 3.00 è bancato il successo finale del Liverpool.

Scommesse Calcio

bet365 utilizza cookie
Usiamo cookie per garantire un servizio migliore e più personalizzato. Per ulteriori informazioni, consulta la nostra Informativa sui Cookie.
Gestisci cookie
Accetta
Cookie di prestazione
I cookie di prestazione migliorano l'esperienza dell'utente attraverso la raccolta anonima delle preferenze. Vengono utilizzati internamente per fornire statistiche complessive sugli utenti che visitano i nostri siti web.
Accetta
Cookie essenziali
Alcuni cookie sono necessari al funzionamento del sito e non possono essere disattivati. Tra questi:
Gestione della sessione
Gestiscono le informazioni della sessione e consentono agli utenti di navigare il sito.
Funzionalità
Contengono delle informazioni che ci permettono di memorizzare le preferenze salvate dall'utente, per es. la lingua, le tipologie di elenco, le impostazioni dei media. Sono inoltre utilizzati per agevolare l'esperienza dell'utente, per esempio evitando che visualizzi lo stesso messaggio due volte.
Prevenzione frodi
Contengono delle informazioni che ci aiutano a bloccare l'uso fraudolento del sito.
Monitoraggio
Contengono informazioni su come gli utenti sono arrivati sul sito. È per noi necessario registrare questo dato, in modo tale da retribuire equamente i nostri affiliati.