Serie A: Resoconto di fine anno. Milan da incorniciare. Napoli, si poteva fare di più?

28 maggio 2022 11:12:41 CET
Nella foto il tecnico del Napoli Luciano Spalletti.

Campionato di Serie A Tim 2021/22 conclusosi domenica scorsa, che come noto, ha visto la squadra rossonera aggiudicarsi il titolo di campione d'Italia, con una cavalcata impetuosa, fatta di tanta caparbietà e voglia di non mollare mai.
Ma andiamo a vedere tra i club che parteciperanno ai tornei europei, chi può ritenersi soddisfatto e chi ha qualcosa da recriminare e per forza di cose, dovrà cercare di migliorare per il prossimo campionato.

Milan: Come detto, per i ragazzi allenati dal tecnico Stefano Pioli, è stato un anno da incorniciare e che si aggiungerà alla storia rossonera. Col titolo numero 19 messo in bacheca, la società dovrà avere la forza intanto, di riconfermare quelli che sono stati i giocatori più rappresentativi della rosa e poi cercare di immettere ancora più qualità e consistenza per affrontare i prossimi obiettivi da agosto in poi. Si sa, riconfermarsi è sempre più difficile che conquistare un titolo.

Per quanto riguarda il calcio giocato, stasera e' attesa la sfida di playoff tra Monza e Pisa.

La piattaforma di scommesse online bet365 quota il successo del Pisa a 2.30, mentre la vittoria del Monza e' indicata a 3.10. Il pareggio e' proposto a 3.20.

Inter: Per quanto riguarda i nerazzurri, il discorso potrebbe essere a due facce, in quanto ai nastri di partenza risultava essere più debole dello scorso anno e di conseguenza non candidata alla riconferma del titolo ma la prima parte di stagione, ha fatto vedere un’Inter bella da vedere e concreta. I problemi sono sorti, nella gestione di tutte le competizioni, avendo pochi giocatori a disposizione nella parte nevralgica del Campo, sono venuto a mancare un po' di energie, che gli sono costate alla fine il primato in campionato. Ma la dirigenza tutta, è soddisfatta del lavoro del tecnico Simone Inzaghi che ha comunque portato due trofei a casa battendo in entrambe le finali la Juventus.

Napoli: In casa Napoli, si respira molto entusiasmo per aver concluso un anno abbastanza positivo, con due punti in più rispetto alla scorsa stagione (79), che gli consentirà di partecipare al prossimo torneo di Champions League, essendosi classificati in terza posizione. Il tecnico Luciano Spalletti, ha lavorato bene durante l'anno trasmettendo le proprie idee alla squadra e sfruttando al massimo quelli che erano i valori dei giocatori in rosa. Molto dipenderà dai movimenti che ci saranno in questo calciomercato estivo, per capire se il Napoli diventerà ancora più forte.

Articoli Correlati Serie A

Serie A: La Roma ha vinto la Conference League e scritto un pezzo di storia

Serie A: Conquistata la salvezza, la Salernitana vuole blindare la massima serie

Serie A: Ultima giornata, si comincia oggi

Serie A: Oggi si decide lo Scudetto!

Juventus: Questa, si può definire come una delle annate più magre degli ultimi 11 anni, con zero titoli conquistati ed una rifondazione da attuare presto. Per Mister Massimiliano Allegri ed i suoi uomini, un'annata fallimentare, da dimenticare subito.
La dirigenza, avrà il compito di far tornare il blasone Juve nei posti che merita ma bisognerà subito rimboccarsi le maniche, cercando di mettere sulla porta d'uscita i giocatori che meno hanno reso e fare degli acquisti mirati al miglioramento generale.

Lazio: Stagione positiva anche per la Lazio, che riconferma il posto in Europa League, nonostante abbia conquistato meno punti rispetto allo scorso anno ( 68 sotto la guida Inzaghi contro i 64 di Maurizio Sarri), È riuscita a guadagnare una posizione, finendo sopra i cugini della Roma al quinto posto.
Per quanto riguarda i movimenti, sarà importante trattenere il blocco che tanto bene ha fatto e compito non semplice, sarà quello per l'esperto direttore sportivo Igli Tare, quello di trovare qualche talento a basso costo e di alto rendimento.

Roma: Per i giallorossi, un anno davvero positivo. Con l'affido della panchina a inizio stagione a uno degli allenatori più importanti del panorama calcistico, Josè Mourinho, il fatto che si sarebbe creato entusiasmo era più che scontato. Dopo le prime difficoltà riscontrate ad inizio anno, gli uomini a disposizione del tecnico portoghese, hanno poi metabolizzato i principi di gioco, offrendo buone partite e guadagnando sempre più punti. Importanti sono stati gli innesti richiesti dal mister Mourinho, che hanno dato quella quadratura alla squadra e una buona solidità.
È stato un bel duello quello con i cugini della Lazio, che alla fine hanno soffiato la quinta posizione. Hanno comunque centrato la qualificazione entrambe per la prossima Europa League.
Lo scorso mercoledì, i capitolini, dopo aver raggiunto la finale della prima Conference League disputata a Tirana contro il Feyenoord, hanno conquistato questa nuova coppa. In gol nel primo tempo con un ispiratissimo Zaniolo, la Roma non ha fatto altro che cercare di controllare la partita, un po' nello stile del suo allenatore. Nel secondo tempo non si è fatta attendere la reazione avversaria, andando più di una volta vicina al gol del pareggio, non riuscendoci. I minuti finali sono diventati poi lunghissimi ma il sacrificio di saper difendere, ha portato la gioia sperata, alzando la coppa. Per il portoghese Josè Mourinho, si tratta di un nuovo record, avendo conquistato tutte le coppe europee.

Fiorentina: Si può "festeggiare" in casa viola, dopo aver disputato un'ottima annata che non si vedeva da tempo. La mossa vincente è stata Indubbiamente l'ingaggio del tecnico Vincenzo Italiano, che ha saputo dare un'identità a questa Fiorentina, anonima fino allo scorso anno (finita in tredicesima posizione con 40 punti), portandola ad un livello di autostima alto, in grado di giocarsi le partite a viso aperto contro tutti i club. Nonostante la cessione a gennaio del loro giocatore di spicco Dusan Vlahovic, il bel gioco non è mutato e la squadra ha chiuso in settima posizione con 62 punti, conquistando un posto in Conference League.

Scommesse Calcio

bet365 utilizza cookie
Usiamo cookie per garantire un servizio migliore e più personalizzato. Per ulteriori informazioni, consulta la nostra Informativa sui Cookie.
Gestisci cookie
Accetta
Cookie di prestazione
I cookie di prestazione migliorano l'esperienza dell'utente attraverso la raccolta anonima delle preferenze. Vengono utilizzati internamente per fornire statistiche complessive sugli utenti che visitano i nostri siti web.
Accetta
Cookie essenziali
Alcuni cookie sono necessari al funzionamento del sito e non possono essere disattivati. Tra questi:
Gestione della sessione
Gestiscono le informazioni della sessione e consentono agli utenti di navigare il sito.
Funzionalità
Contengono delle informazioni che ci permettono di memorizzare le preferenze salvate dall'utente, per es. la lingua, le tipologie di elenco, le impostazioni dei media. Sono inoltre utilizzati per agevolare l'esperienza dell'utente, per esempio evitando che visualizzi lo stesso messaggio due volte.
Prevenzione frodi
Contengono delle informazioni che ci aiutano a bloccare l'uso fraudolento del sito.
Monitoraggio
Contengono informazioni su come gli utenti sono arrivati sul sito. È per noi necessario registrare questo dato, in modo tale da retribuire equamente i nostri affiliati.